Menu di navigazione

Aree Tematiche

Atti di accertamento delle violazioni

di Lunedì, 04 Dicembre 2017 - Ultima modifica: Martedì, 30 Gennaio 2018
Contenuto dell'obbligo

Atti di accertamento delle violazioni delle disposizioni di cui al d.lgs. n. 39/2013

Riferimenti normativi
Art. 18, co. 5, d.lgs. n. 39/2013

Modello per la segnalazione di condotte illecite da parte di dipendenti e collaboratori.

Aprendo questi link si trovano le indicazioni su come funziona il whistleblowing

http://www.segretaricomunalivighenzi.it/31-01-2018-nuove-disposizioni-sul-201cwhistleblowing201d

https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/Anticorruzione/SegnalIllecitoWhistleblower

Per adempiere al  dettato normativo  e  in attuazione  delle  indicazioni del vigente Piano Triennale di  Prevenzione della Corruzione della Comunità, nelle funzioni di Responsabile della prevenzione della corruzione, il Segretario generale  informa che l’Autorità Nazionale Anticorruzione, a partire dall’  8 febbraio 2018, ha reso  operativa l’applicazione informatica Whistleblower per l’acquisizione e la gestione, nel rispetto delle  garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente, delle segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti come definiti dalla nuova versione  dell’art. 54 bis del d.lgs.165/2001. Al fine, quindi, di garantire la tutela  della riservatezza in sede di acquisizione della segnalazione, l’identità del  segnalante verrà segretata e lo stesso, grazie all’utilizzo di un codice identificativo univoco generato dal sistema, potrà “dialogare” con l’ANAC in maniera personalizzata tramite la piattaforma informatica.
Questa procedura è idonea a tutelare il denunciante interno.
 Per comunicare direttamente all'autorità giudiziaria ordinaria occorre scrivere a procura.trento@giustizia.it
 Per comunicare direttamente all'autorità contabile ordinaria occorre scrivere a trento.giurisdizione@corteconticert.it