Ti trovi in:

Tutela del Paesaggio CPC

Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio della Comunità della Valle dei Laghi (CPC)

ai sensi dell'art. 7 della L.P. 4 agosto 2015, n. 15 "Legge provinciale per il governo del territorio"

Con deliberazione del Comitato esecutivo della Comunità n. 21 dd. 3 settembre 2015 è stata nominata la Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio della Comunità della Valle dei Laghi (CPC), ai sensi dell'art. 7 della L.P. 4 agosto 2015, n. 15 "Legge provinciale per il governo del territorio".

La Commissione risulta così composta:

  • Sig. Attilio Comai, Presidente della Comunità, con funzioni di Presidente della Commissione;
  • arch. Chiara M. A. Bertoli, esperta in ambito urbanistico/architettonico, designata dalla Comunità, con funzioni di Vice Presidente della Commissione;
  • arch. Aldo Belli, esperto in ambito urbanistico/architettonico, designato dalla Giunta Provinciale
  • arch. Michele Bertagnolli, esperto in ambito urbanistico/architettonico, designato dalla Comunità;
  • dott. For. Andrea Bonincontro, esperto in ambito agronomo/forestale, designato dalla Comunità;

Segretario della Commissione: geom. Roberto Albertini

Segretario supplente: geom. Stefano Portolan

NUOVI MODELLI UNICI E STANDARDIZZATI per il procedimento edilizio, per rilascio autorizzazione paesaggistica ed altri procedimenti

La Giunta provinciale ha assunto, con deliberazione n. 892 del 25 maggio 2018 il provvedimento di "Approvazione dei modelli unici e standardizzati, della documentazione necessaria e della documentazione ulteriore per il procedimento edilizio, per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica e per altri procedimenti, ai sensi dell'articolo 74, comma 1, lett. j della legge provinciale 4 agosto 2015, n. 15 (legge provinciale per il governo del territorio) e dell'articolo 65 del regolamento urbanistico-edilizio provinciale".

Successivamente con Deliberazione n. 2078 di data 19 ottobre 2018 la G.P. ha aggiornato in versione digitale i sopra citati moduli.

Le date possono subire variazioni.

Si garantisce l'inserimento all'ordine del giorno delle pratiche consegnate fino a 12 giorni di calendario antecedenti la seduta.

Seduta n. 1: martedì, 16 gennaio 2018

Seduta n. 2: martedì, 6 febbraio 2018

Seduta n. 3: martedì, 27 febbraio 2018

Seduta n. 4: martedì, 20 marzo 2018

Seduta n. 5: martedì, 10 aprile 2018

Seduta n. 6: martedì, 8 maggio 2018

Seduta n. 7: martedì, 29 maggio 2018

Seduta n. 8: martedì, 19 giugno 2018

Seduta n. 9: martedì, 10 luglio 2018

Seduta n. 10: martedì, 31 luglio 2018

Seduta n. 11: martedì, 28 agosto 2018

Seduta n. 12: martedì, 18 settembre 2018

Seduta n. 13: martedì, 9 ottobre 2018

Seduta n. 14: martedì, 30 ottobre 2018

Seduta n. 15: martedì, 20 novembre 2018

Seduta n. 16: martedì, 18 dicembre 2018

Orario di ufficio per la Segreteria della CPC è il seguente:

da lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,00

martedì e giovedì aperto anche il pomeriggio dalle ore 14,00 alle 16,30

Ulteriori informazioni al numero di telefono 0461 340163:

Segretario della CPC: geom. Roberto Albertini int. 3004 (o tasto 7)

Segretario supplente: geom. Stefano Portolan int. 3002 (o tasto 3)

e mail: urbanistica@comunita.valledeilaghi.tn.it

pec: comunita@pec.comunita.valledeilaghi.tn.it

COMPETENZE CPC

La Commissione per la Pianificazione territoriale e il Paesaggio della Comunità (C.P.C.) rilascia:

a) l’autorizzazione paesaggistica ai sensi dell’art. 7, comma 8, lett. a), della L.P. 15/2015

In particolare l’autorizzazione paesaggistica è richiesta per i seguenti interventi:

  • per opere da realizzarsi all’interno delle aree a tutela ambientale individuate dal PUP (art. 64, c. 2, lett. c) della L.P. 15/2015);
  • per opere previste sui beni ambientali di cui all’articolo 65 della L.P. 15/2015 (art. 64, c. 2, lett. d) della L.P. 15/2015);
  • fuori dai centri abitati, l’installazione della segnaletica senti eristica ed escursionistica e di quella sulla denominazione di percorsi storici e culturali e per la posa di cippi o simboli commemorativi e di cartelli o di altri mezzi pubblicitari (art. 64, c. 2, lett. e) della L.P. 15/2015);
  • per la realizzazione di muri di sostegno e di contenimento superiori a tre metri di altezza, nelle aree di tutela ambientale (art. 64, c. 2, lett. f) della L.P. 15/2015);
  • piani attuativi, compresi i piani guida, che interessano zone anche parzialmente comprese nelle aree di tutela ambientale (art. 64, c. 3, della L.P. 15/2015).

b) il parere preventivo all’autorizzazione paesaggistica

c) l'accertamento di ammissibilità sotto il profilo paesaggistico di opere abusive coordinamento delle sanzioni pecuniarie ai sensi dell'art. 133 della L.P. 1/2008 e ss.mm.

d) il parere obbligatorio sulla qualità architettonicaqualora non sia necessaria l’autorizzazione paesaggistica, ai sensi dell’art. 7, c.8, lett. b) della L.P. 15/2015

  • sui piani attuativi, con esclusione dei piani guida previsti dall’articolo 50, comma 7 (art. 7 c. 8, lett. b) numero 1) della L.P. 15/2015)
  • sugli interventi di ristrutturazione edilizia consistenti nella demolizione e ricostruzione e sulle varianti di progetto relative a tali interventi, fatta eccezione per quelle in corso d’opera (art. 7, c. 8, lett. b) numero 2) della L.P. 15/2015)
  • realizzazione di opere per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per la realizzazione di parcheggi nel sottosuolo o nei locali situati al piano terreno in contrasto con la destinazione di zona (art. 99, c. 1 della L.P. 15/2015)
  • sui progetti di opere pubbliche consistenti in interventi di nuova costruzione e ristrutturazione edilizia di edifici destinati a servizi e attrezzature pubbliche e, negli insediamenti storici, sugli interventi di generale sistemazione degli spazi pubblici (art. 7, c. 8, lett. b) numero 3) della L.P. 15/2015)
  • sugli interventi autorizzati con la disciplina della deroga urbanistica e degli interventi di demolizione e ricostruzione disciplinati dall’articolo 106 (art. 7, c. 8, lett. b) numero 4) della L.P. 15/2015)
  • parere sulla compatibilità con la destinazione di zona del cambio d’uso ai sensi dell’articolo 128 comma 3, lettera d) della L.P. 1/2008

e) il parere su pratiche edilizie in sostituzione della C.E.C. ai sensi dell’art. 7, comma 13, della L.P. 15/2015