Menu di navigazione

Aree Tematiche

Inserimenti residenziali

Immagine decorativa

Gli inserimenti in struttura sono interventi volti a garantire alla persona la massima protezione ed il massimo aiuto, attraverso il soddisfacimento dei bisogni primari sull'emergenza e l'accompagnamento, con un piano individualizzato di aiuto, verso una risposta adeguata alle altre esigenze.

CENTRO PER L’INFANZIA

Cos’è:

Il Centro per l’Infanzia risponde ad urgenze, accogliendo in modo tempestivo minori in situazione di pregiudizio o di momentanea difficoltà familiare (es. ricovero ospedaliero di un genitore e assenza di reti parentali). Assicura un intervento di tutela, protezione, osservazione e valutazione delle situazioni nelle quali devono essere prese delle decisioni dall’Autorità competente e predisposto un progetto da parte dei Servizi Sociali.
L’accoglienza dei minori è transitoria, caratterizzata da un supporto di tipo psico-educativo, finalizzato al trattamento di momenti di crisi in cui il bambino viene allontanato dal proprio nucleo familiare e vive situazioni traumatiche.

L’attività del Centro è caratterizzata da un supporto di tipo psico-educativo, quale sostegno ed accompagnamento dei bambini nelle diverse fasi dell’accoglienza, inserimento, permanenza e dimissione.
Il servizio offerto è il più possibile professionalizzato e prevede la presenza di più figure:
- l’èquipe educativa (educatori e puericultrici)
- l’èquipe specialistica, composta da neuropsichiatri infantili, psicologi specializzati in età evolutiva, una psico-pedagogista, un pediatra, un’assistente sociale e un’assistente sanitaria.
La collaborazione fra le varie figure professionali operanti al Centro è di fondamentale importanza per poter osservare e valutare lo stato psico-fisico dei bambini, definire un progetto educativo individuale e predisporre, se necessario, un sostegno psicologico mirato.
All’interno del Centro sono presenti tre appartamenti nei quali vengono accolti i bambini. Ogni gruppo è seguito da una specifica èquipe educativa, composta da operatori (educatori e puericultrici).

Come si accede

I bambini vengono accolti soltanto su segnalazione del Servizio Sociale territoriale o, in situazioni di emergenza, su invio dell’Autorità Giudiziaria.

-

CASA FAMIGLIA E GRUPPO FAMIGLIA

l servizio è rivolto a bambini di norma dai 6 anni in su appartenenti a nuclei con scarsa capacità genitoriale, multiproblematicità o casi di maltrattamento.

L'accoglienza prevede un progetto educativo personalizzato in base ai bisogni e alle potenzialità del minore ospite, concordato con il servizio sociale di riferimento. Tale progetto prevede, dove possibile, il mantenimento, il recupero, il miglioramento dei rapporti e il ricongiungimento con la famiglia d'origine.

Come si accede

Quando c'è il consenso dei genitori o di chi esercita la potestà sui minori, per accedere alla struttura occorre presentare domanda presso il Servizio socio - assistenziale dell'Ente gestore o presso l'assistente sociale di zona.
In mancanza del consenso, l'intervento nei confronti dei minori può essere disposto dal Tribunale per i Minorenni.

Quanto costa

Alla famiglia dei minori è richiesto il pagamento di una quota mensile calcolata sulla base del reddito del nucleo familiare.
Il servizio è gratuito per i nuclei familiari che hanno entrate uguali o inferiori al minimo vitale.

.

GRUPPO APPARTAMENTO PER MINORI

Il Gruppo appartamento si colloca in una comune abitazione civile che ospita non più di 6-8 minori costantemente seguiti da operatori professionalmente preparati. L’accesso si basa su un progetto educativo personalizzato, concordato con il servizio sociale di riferimento, che prevede, ove possibile, il recupero, il miglioramento dei rapporti ed il ricongiungimento con la famiglia d’origine.

Come si accede

Per accedere al servizio, occorre presentare domanda presso il Servizio socio-assistenziale dell' Ente gestore o presso l’assistente sociale di zona.
L’inserimento nelle strutture residenziali avviene su proposta del Servizio sociale con il consenso dei genitori o del tutore. Nel caso manchi l’assenso dei genitori o del tutore, l’inserimento può essere disposto dal Tribunale per i Minorenni.

Quanto costa

Alla famiglia dei minori è richiesto il pagamento di una quota mensile calcolata sulla base del reddito del nucleo familiare.
Il servizio è gratuito per i nuclei familiari che hanno entrate uguali o inferiori al minimo vitale.

,

COMUNITÀ ACCOGLIENZA MADRE-BAMBINO

Viene predisposto un progetto individualizzato di sostegno personale e per l'acquisizione di un più adeguato ruolo genitoriale che miri a raggiungere una sufficiente autonomia nella gestione della quotidianità.  La struttura prevede la presenza di personale educativo di supporto 24 ore su 24.

Come si accede

Per accedere al servizio occorre presentare domanda presso il Servizio socio-assistenziale dell'Ente gestore o presso l'assistente sociale di zona. Si prescinde dalla presentazione della domanda nel caso di affidi disposti dall'Ente gestore qualora l'interessato non sia in grado di provvedere e non vi siano familiari che si attivano, oppure a seguito di decadimento della potestà o di decreto di allontanamento di minore da parte del Tribunale per i Minorenni. Su preciso mandato può essere garantito anche l'intervento di pronta accoglienza per situazioni di gravità ed urgenza.

Quanto costa

E' prevista una compartecipazione alla spesa in rapporto alle giornate di effettiva presenza.
Il servizio è gratuito per i nuclei familiari che hanno entrate uguali o inferiori al minimo vitale.

,

COMUNITÀ ALLOGGIO PER DISABILI

La comunità alloggio si colloca in un'abitazione civile e si basa su un modello educativo e di vita comunitario; può ospitare fino a 8/9 persone, seguite costantemente da educatori e personale ausiliario.

Nelle ore diurne il servizio di accoglienza è limitato al tempo extrascolastico, formativo, lavorativo o di non frequenza di strutture socio-educative od occupazionali.

Come si accede

Per acceder occorre presentare domanda presso il Servizio socio-assistenziale dell'Ente gestore o presso l'assistente sociale di zona.
L'inserimento avviene sulla base di un progetto predisposto dall'assistente sociale in accordo con la persona e la sua famiglia.

Quanto costa

E' previsto il pagamento di una quota mensile calcolata sulla base del reddito del nucleo familiare.
Il servizio è gratuito per i nuclei con reddito uguale o inferiore al minimo vitale.

,

CENTRO RESIDENZIALE PER DISABILI

Il servizio è rivolto a minori ed adulti con disabilità fisiche e/o psichiche-sensoriali tali da limitarne l'autonomia nelle elementari funzioni di quotidianità che necessitano di un supporto assistenziale specifico e di prestazioni a carattere riabilitativo e/o sanitarie continuative, che non possono rimanere temporaneamente o stabilmente nel proprio nucleo familiare.

L'accoglienza di utenti di età inferiore ai 16 anni ha carattere di eccezionalità dopo aver verificato l'impossibilità di rispondere con modalità diverse.

Come si accede

Per accedere occorre presentare domanda presso il Servizio socio-assistenziale dell'Ente gestore o presso l'assistente sociale di zona.

Quanto costa

La persona che usufruisce del servizio è chiamata a sostenere un costo stabilito in base al reddito del nucleo familiare.
Il servizio è gratuito per i nuclei con reddito uguale o inferiore al minimo vitale.

,

SERVIZI DI ACCOGLIENZA TEMPORANEA, DI SOLLIEVO O TREGUA

I destinatari dell'intervento possono essere adulti e/o anziani parzialmente autosufficienti o con lievi disabilità al fine di sollevare le famiglie dell'attività di cura ed assistenza richieste dagli interessati. Possono essere accolte anche persone che usufruiscono di interventi di assistenza domiciliare o di servizi semiresidenziali. I servizi di sollievo per persone non autosufficienti sono assicurati presso le Residenze Sanitarie Assistite.

.

RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE - (RSA) -  PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Le residenze sanitarie assistenziali sono gestite da enti pubblici (Aziende pubbliche di servizi alla persona – APSP) o privati che offrono prestazioni sanitarie e assistenziali, aiuto nel recupero funzionale e nell' inserimento sociale e prevenzione delle principali patologie croniche.
In particolare, sono garantite: l'assistenza medica ed infermieristica, l'assistenza riabilitativa, l'aiuto per lo svolgimento delle attività quotidiane e l'attività di animazione e socializzazione.
Sono assicurate inoltre le prestazioni alberghiere, di ristorazione, di lavanderia e di pulizia

Come si accede

Per richiederne l'accesso, è necessario rivolgersi al proprio medico di medicina generale o al Servizio sociale del comune di residenza, che valuteranno preliminarmente la condizione di non autosufficienza, al fine di sottoporre la persona alla successiva visita presso il competente Distretto sanitario, ove l’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVM) procederà, se del caso, al riconoscimento della condizione di non autosufficienza e all’inserimento in una lista per l'ingresso in RSA.

Quanto costa

I costi di carattere sanitario sono totalmente a carico del Servizio sanitario provinciale mentre quelli di carattere alberghiero, che corrispondono alla retta residenziale stabilita dagli enti che gestiscono le residenze sanitarie assistenziali, sono a carico dell'utente e della sua famiglia e, in caso di indigenza, del Comune di residenza dell’ospite prima del suo ricovero in struttura.

,

CENTRO DI ACCOGLIENZA NOTTURNO

Servizio residenziale presente a Trento, destinato ad ospitare, con carattere di temporaneità, nelle ore serali e notturne, persone adulte prive di adeguata sistemazione abitativa. Il servizio è aperto tutti i giorni dell'anno, di norma dalle 20.00 alle 8.00 e garantisce stanze da letto, servizi igienici con doccia, lavanderia, locali per la preparazione e consumazione della cena e della prima colazione a cura dell'ospite, sala comune per il ritrovo. Gli operatori esercitano il controllo sul funzionamento della struttura e sul rispetto del regolamento interno.

Come si accede

Per accedere al servizio occorre presentare domanda presso il Servizio socio assistenziale dell'Ente Gestore o presso l'assistente sociale di zona.
Per alcune strutture l'accesso può avvenire previa richiesta dell'interessato direttamente alla struttura.
L'accesso può essere diretto anche per la "pronta accoglienza".

Quanto costa

Alla persona viene richiesta una quota relativa al pernottamento. 

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?